Conectate con nosotros

Música

Mandrake – Skeletor

Letra Skeletor – Mandrake

Dovreste mettervi in fila per guardarvi allo specchio
E vedere che ciò che fate Cristo è già vecchio
Rap Jason Voorhees esco da Crystal Lake
Scompaiono stronzi come fossi Mandrake
Il mio rap è Tarantino schizza sangue dai pori
In testa ho tante voci fanno a gara nei cori
Questa è solo la fine ma scaldiamo i motori
La scena è forte quindi desatura i colori
Ho 50 anni in testa, 20 in faccia, 18 sui documenti
Ho il vomito ogni volta che fanno dei complimenti
Falsi come banconote viola, il sangue che cola dai muri
Voi dovreste tornare scuola ma mai più tornare puri
Sono già cinque anni il tempo passa veloce
Io non mi fermo per strada se vedo una croce
Il fumo nuoce alla salute tu sei niente arrosto
Sto scrivendo questo pezzo che è già 10 agosto
Odio dover parlare con tutti sti scemi
Sarò l’unico ad uscirne vivo come Buscemi
Io vivo ogni giorno trovo nuovi problemi
Tu hai 30 anni con tua mamma e non ti sistemi
Mi guardano da dietro mi credono inerme
Ogni volta che parli si vede sei un verme
Dici di non infierire su chi sai che perde
Do lezioni di flow a tutte ste merde
Che hai da dire? Andiamo dillo e non pensarci
Siamo polvere in aria per sistemi marci
Non bastano tre teste per saziarci
Io vivo sul bordo per restarci brah

Ho una voce in testa mi dice che devo farli fuori
Io non resto zitto nemmeno il giorno in cui muori
Fammi stare un po’ in pace ti prego non parlarmi
Ogni giorno ogni secondo continua ad odiarmi
Stanco di chi ride poi fallisce ovunque
Non ti piace ciò che faccio bello vieni al dunque
I soldi possono essere Dio o il diavolo
Io personalmente li bevo ad un tavolo
L’invidia ride sempre in faccia a chi sta un po’ in pace
Tu prendi un po’ il microfono se ne sei capace
Ormai la gente si esprime con mi piace
Quindi pensaci bene se sei perspicace
Vuoi sapere chi è la peggio specie al mondo?
Chi si sente superiore però è ancora in fondo
Esaltati da una cerchia io non vi rispondo
Vomito sui vostri pezzi in meno di un secondo
Vantati dell’esperienza musicale
Ma suonerò comunque io al mio funerale
E’ la fine, il tempo di partire che sei già finito
Sei un barile d’autostima che si è già riempito
Più vado avanti più l’odio mi pulsa in vena
Dici che per gli stronzi va bene provare pena
Io vi manderò comunque un invito per cena
Il dessert è un coltello diritto alla schiena

Comenta

Deja una respuesta.

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Trending

Copyright © 2021 VIDEOLETRA.COM | Los mejores videos musicales del momento.